Menù
Menù
  • Firenze e i suoi giardini segreti

    Un inedito tour alla scoperta delle 4 oasi verdi più affascinanti della città

    Per accedere agli spazi verdi meno conosciuti e più lussureggianti della città è necessaria una ricca conoscenza di Firenze. Per questo ci siamo noi di Helvetia & Bristol Firenze - Starhotels Collezione!

     

    Iniziamo con il Giardino Bardini, che offre una delle migliori occasioni per fotografare la bella Firenze. Questa oasi verde si trova Oltrarno, tra piazzale Michelangelo e Boboli. Oggi conserva la sua struttura quattrocentesca a terrazze con vialetti dove spiccano iris, rose, glicini, ortensie, magnifiche azalee giganti, alberi da frutto, punteggiati di statue e fontane. In cima si trova un lecceto e il “Canale del Dragone”, un gioco d’acqua in stile cinese.

     

    Un giardino completamente diverso si trova a vicino a piazza San Marco. Di proprietà dell’ Università di Firenze, il Giardino dei Semplici conserva la sua struttura originale progettata dal Tribolo per Cosimo I dei Medici nel 1545-46. E’ uno dei tre più antichi giardini botanici del mondo, un toccasana per i piedi affaticati da lunghe soste nei musei.

     

    Superando ancora l’Arno, vicino a Porta Romana, il Giardino Torrigiani si estende per sei ettari ed è la più grande area verde entro le mura cittadine. Fa parte della proprietà Torrigiani: venne realizzato nel sedicesimo secolo quando era rinomato per la coltivazione di piante rare. E’ un armonioso esempio di architettura neogotica (inclusi una magnifica torre ottagonale, un “rudere” e un piccolo hermitage) con sculture e sentieri che si snodano lungo prati all’inglese e fitti boschetti.

     

    Se poi le ondate dei turisti diventano troppo opprimenti, vi consigliamo di lasciare la città e recarsi sulla collina di Settignano a visitare Villa Gamberaia. La tenuta ospita uno dei più famosi giardini toscani, un progetto barocco immerso tra gli uliveti e il canto degli uccelli con vista sulla valle dell’Arno e Firenze.