Menù
Menù
  • Benvenuti al Mercato Centrale

    A pochi passi dal nostro Helvetia & Bristol Starhotels Collezione, una vera oasi del gusto. Uno dei mercati storici più belli d’Italia è tappa fissa e irrinunciabile degli itinerari enogastronomici europei. 

    Uno dei mercati storici più belli d’Italia è tappa fissa e irrinunciabile degli itinerari enogastronomici europei. Stiamo parlando del Mercato Centrale. 3000 mq di superficie, 500 posti a sedere, 14 botteghe, ristorante, pizzeria, birreria, caffetteria, scuola di cucina, enoscuola, libreria in un luogo straordinario.

    Tutti i giorni, dalle 10 a mezzanotte, si può mangiare e fare la spesa, con l’aggiunta di sevizio a domicilio in 3 ore e spedizioni worldwide.

    Il primo incontro è con la carne e i salumi d’eccezionale qualità da razze selezionate della bottega di Nicolò Savigni dell’omonoma azienda di Pavana (Pistoia). Poi gli hamburgher, le braciole fritte e gli hot dog tutti di carne chianina allevata e preparata dalla Toraia - Tenuta La Fratta, storica tenuta della Val di Chiana.

     

    Accanto protagonisti della friggitoria dei fiorentini Marco Rosi e Paolo Soderi sono polpette, fritto fiorentino e tante preparazioni vegetali. L’affaccio successivo è del ristorante Tosca, prelibatezze curate da Francesco Morra.

    Poi è la volta del pesce, dei crostacei e molluschi di Paola Rosellini, quarta generazione della rinomata pescheria Rosellini di Montecatini Terme (Pistoia). Attigua alla pescheria, c’è la scuola di cucina, gestita dall’Istituto Lorenzo de’ Medici di Fabrizio e Carla Guarducci.  

     

    Al progetto del Mercato Centrale partecipa anche Eataly, presente con prodotti alimentari confezionati, accessori da cucina, cosmetici naturali.

     

    Ripercorrendo il Mercato Centrale dal lato opposto, incontriamo in ordine di sequenza: la mozzarella di bufala di Angelo e Emanuele Campomaggiore del caseificio Antico Demanio Pignataro (Caserta); i formaggi di mezzo mondo selezionati dall’affinatore Franco Parola di Saluzzo (Cuneo); l’universo dolce di Cristian Beduschi con il suo The chocolate passion project (cioccolato, confetture e gelati) che ha sede a Tai di Pieve di Cadore (Belluno); il pane e la pasticceria di David Bedu, fornaio francese vice campione del mondo di panificazione nel 2005.

    Nel mezzo c’è la pizzeria Sud di Romualdo Rizzuti e accanto le paste fresche, sia classiche che creative, del maestro pastaio genovese Raimondo Mendolia e l’enoteca del Consorzio del Chianti Classico.

     

    Al centro della struttura le imperdibili prelibatezze al tartufo di Luciano Savini, il lampredotto di Lorenzo Nigro (quello del Rivalta), la caffetteria con le specialità Siciliane di Arà e i tramezzini espressi dei ragazzi di Amblé, dall’altra parte il grande spazio di degustazione firmato Birra Moretti e per concludere in bellezza la frutta e la verdura bio ma anche le ricette vegane e vegetariane di Marcella Bianchi di Veg & Veg